23 Aprile 2021

|

di: Lavoriamoxmilanoconsala

|

Categorie: Oggi parliamo di...

Milano e la spinta Stem

«Stem in the city», arrivata alla quinta edizione, di propone di diventare «Stem in the country» perché si allarghi la consapevolezza, e l’influenza, delle donne con preparazione accademica in campo scientifico. C’è bisogno di scienziate, sarebbe lo slogan ideale di questa iniziativa, articolata su un mese di incontri «virtuali» e di cui,  ieri 22 aprile, è partita la tre giorni conclusiva con gli interventi di ministri, scienziati, rettori, artisti, oltre all’introduzione del sindaco Sala. E se Vittorio Colao, ministro della Transizione digitale, ha affermato che “c’è bisogno di donne scienziate, di donne ingegnere, di ricercatrici, di biologhe” dal momento che “c’è una sotto rappresentazione delle donne nelle scienze, ma il Paese ha bisogno di tutti per le sfide che ci aspettano”, non va dimenticato l’appello del sovrintendente della Scala, Dominique Meyer sul bisogno di «direttrici d’orchestra» . Insomma da Stem a Steam, dove A sta per Arts, il passo è breve. E nulla c’entrano i tempi della locomotiva a vapore…

Corriere Milano pagina 1-7