9 Febbraio 2021

|

di: Lavoriamoxmilanoconsala

|

Tags: beppe sala, mario draghi

|

Categorie: Oggi parliamo di...

Draghi e le città

Il tempo sembrava scorrere lento ed inesorabile verso le comunali del 2021. Ma… in assenza prima del Covid e ora di Draghi. Beh, l’effetto della pandemia è chiaro ma quello del premier incaricato? Si spariglia, si scompiglia, si rimescola… In termini di alleanze ma anche di possibili candidati che, pronti per la poltrona di primo cittadino, potrebbero invece spiccare il salto verso poltrone ministeriali. Calenda, candidato a Roma, se venisse chiamato a Palazzo Chigi? E se analoga poltrona fosse pronta anche per Beppe Sala che però ha detto di voler fare il bis a Palazzo Marino? In questo risiko potrebbero entrare anche Gualtieri e perfino Fico… e sembravano “solo” elezioni comunali. Prima dell’arrivo sulla scena di Super Mario. 

Il Foglio, Draghi e le città, pag 4